Pedara: Aperto il Parco dei Sorrisi.

Quattrocento metri quadri pavimentati con gli speciali tappetini anti scivolo e anti urto. Sette scivoli  di varie forme e misure, altalene, giostrine girotondo, dondoli a molla, variopinti funghetti a posto degli sgabelli e altalene per disabili anche su carrozzina. È un parco che hanno amato subito i bimbi di Pedara che domenica scorsa si sono riversati in massa al Parco Don Bosco, accanto al municipio, per partecipare alla grande festa tutta dedicata al nuovo Parco dei Sorrisi. Mascheroni colorati: c’erano i Super Pigiamini, i Minions e Poppy dei Trolls; trampolieri, animatori che hanno regalato
palloncini colorati, musica e tanto zucchero filato per i più piccini che, complice la giornata di sole, si sono divertiti fruendo per la prima volta di questa struttura a loro dedicata. “Ci aspettavamo questa grande affluenza – ha dichiarato il sindaco Antonio Fallica, con lui il vicesindaco Francesco Laudani, gli assessori Marina Consoli, Mimmo Scirè e Salvo Torrisi, diversi consiglieri comunali e l’assessore regionale allo Sport onorevole Anthony Barbagallo – perché i bambini di Pedara attendevano questa opera da tempo; li ho invitati personalmente e singolarmente in modo che potessero essere presenti in questo grande giorno. Ogni mattina quando facevo tappa al cantiere trovavo in tanti mi chiedevano quando il parco sarebbe stato aperto. Ho individuato i fondi e grazie ad una squadra di collaboratori, che ringrazio, oggi il
Parco dei Sorrisi è realtà. L’invito adesso è alla collettività affinché ne abbia cura e rispetto  perché sono sicuro che questo parco sarà il vanto di Pedara per molto tempo.”

Il progetto fu avviato nel 2014 grazie ad una intuizione dell’allora vicesindaco Fallica con la collaborazione degli allora assessori Alfio Cristaudo e Mimmo Scirè e con il benestare del sindaco Anthony Barbagallo. I lavori invece in questi mesi sono stati seguiti dall’ufficio tecnico, con il geometra  Pippo Bonaccorsi e il caposettore l’architetto Salvo Di Mauro. La nuova bambinopoli il cui costo di realizzazione ammonta a circa centotrentamila euro è stata realizzata con fondi europei PAC. È dotata anche di telecamere collegate al circuito di videosorveglianza della scuola e al suo interno è presente una cassetta di pronto soccorso. Ci sono i cestini per i rifiuti e tante panchine in legno per permettere a chi accompagna i bimbi di potere avere i piccoli sotto controllo sostando in tranquillità e comodità. Tutto attorno ampi spazi e siepi che ne delimitano i confini.

Annunci

Pubblicato il 31 ottobre 2017 su ALL NEWS. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: