Catania: Notte di Zucchero- festa di morti, pupi e grattugie” ritorna nel centro storico di Catania sabato 2 novembre dalle ore 10 alle 13.  


L’iniziativa Notte di Zucchero, l’evento rivolto ai bambini e dedicato alla tradizione della cosiddetta “Festa dei Morti”, è stata presentata stamani nel palazzo della Cultura, alla presenza dell’assessore alla Cultura Barbara Mirabella, dall’ideatrice del format Giusi Cataldo e da Bianca Caccamese che lo realizza a Catania.
“Notte di Zucchero- festa di morti, pupi e grattugie”” è nata a Palermo e per il secondo anno si svolge anche a Catania dove animerà il centro storico e, in particolare in pazza Università, nel Teatro Machiavelli, e nel chiostro della sede centrale dell’Università, sabato del 2 novembre dalle ore 10 alle 13, con una serie di appuntamenti ideati  per i più piccoli. Giochi “poveri”, ricordi e tradizione si susseguiranno per rammentare col sorriso e tra i colori di laboratori, giochi, favole e degustazioni dedicati ai grandi e ai piccini che non esiste solo la notte di Halloween ma anche le antiche tradizioni siciliane dei Morti i quali, durante la notte a loro dedicata , portavano i regali ai più piccoli di casa.
“La Notte di Zucchero – ha detto Barbara Mirabella- ci appartiene è una festa che ricordiamo tutti con grande emozione. E’ la festa dei bambini per trasmettere loro le tradizioni, mantenendo i nostri modi di vivere le feste, un modo magnifico che parla di giochi di legno, di laboratori e di teatro, dello stare insieme agli altri. Si giocherà anche con il riuso avvicinandoci alla Ser, la settimana del Riuso, quale migliore occasione per far capire che i giocattoli in buone condizioni possono essere la festa di bambini meno fortunati? Una maniera di insegnare ai nostri figli che i giocattoli in buone condizioni possono avere una nuova vita ed essere veicolo di iniziative solidali”.
L’evento catanese ha la supervisione generale di Bianca Caccamese presidente di KidsTrip, il patrocinio del Comune di Catania, dell’Assessorato dei Beni Culturali della Regione Siciliana e dell’Università di Catania, insieme al sostegno di CityMap, Prestipino e Dusty.

fp/nm

Di seguito  come sarà articolata l’intera mattinata a Catania.

In  piazza Università ci sarà il Luna Park Vintage a cura di Cafè Express, dalle ore 10 alle 13,  un grande “luna park” con sette postazioni gioco per far rivivere a grandi e piccini l’atmosfera del parco divertimenti in versione vintage. Anche per questa edizione sarà presente l’autobooks, il bus-biblioteca itinerante che per l’occasione sarà posteggiato in piazza Università e che ospiterà letture e storie a cura Catania Book Party e la possibilità di scambiare libri. E, sempre nel segno della tradizione, saranno i giochi dello “Straludobus” a cura di Talità Kum onlus. L’associazione culturale Raìces Mexicana, infine, sarà presente con una postazione di trucco tipico delle Catrinas, travestimenti eleganti del “dia de los muertos”, festa messicana molto più simile alla tradizione siciliana di quanto non lo sia Halloween. Gli eventi sono gratuiti.
Sempre in piazza Università Terra di Crianza allestisce l’area giochi “Come giocavano gli antichi”: grazie al recupero di materiali naturali e di scarto i bambini potranno giocare con un tris gigante e colorato, con un enorme domino, col gioco dell’oca eco friendly, col memory stile alimentare e matematico, potranno fare la corsa di tappi, il tiro al bersaglio fatto da rotoli di cartone, lo shangai a grandezza naturale e poi ancora potranno divertirsi con la classica campana o la tradizionale corsa coi sacchi. Dalle 11.30 alle 12.30, inoltre, ci sarà lo street show “Un po’ pu’ ri’” a cura di Giorgioliere, un clown che nel segno del divertimento porterà bambini, adulti e famiglie lungo un viaggio nella storia della giocoleria.
Come da tradizione i “mutticeddi” (ovvero i morti), infine, portano i giocattoli a tutti i bambini. Dusty ha pensato infatti a quelli meno fortunati portando in piazza Università “Rigiocattolo”, un punto di raccolta di giocattoli usati. In questa giornata di festa, dalle ore 10 alle 13, ogni bimbo potrà fare un regalo a un altro bambino, donando un giocattolo usato all’info point allestito davanti al LedWall. Il gioco, in buone condizioni, sarà donato alla Caritas Diocesana.
Al Teatro Machiavelli
Laboratori, letture e arte invece saranno il file rouge degli appuntamenti al Teatro Machiavelli al civico 13 di piazza Università per cui è richiesta la prenotazione online e un contributo di 3 euro. S’inizia con il laboratorio di falegnameria creativa “De-costruire”, alle 10, alle 11 e alle 12 allo Spazio Arte 1, pensato per i bambini dai 4 anni in su da Claudia Barone La Giocattolaia.
Allo Spazio Arte 2, invece, creatività e manualità con il laboratorio d’arte “Fiorisci, il ciclo della vita” della durata di un’ora a cura di Gabriella Trovato di Due di Quadri Atelier dove i bambini dai 4 anni realizzeranno il teschio fiorito, simbolo del Dia de los muertos messicano (ore 10, 11 e 12).
Nella sala teatro sarà tempo di due appuntamenti. Alle 12 e alle 12.30 “Fiabe, utensili e fantasia”, lo spettacolo a cura di Iridiana Petrone porterà sul palco una rilettura originale delle più famose fiabe per bambini. Calisea Art Animation, invece, firma il laboratorio di circa un’ora per bambini ispirato al film Disney Coco, dal titolo “Pepita, lo spirito guida”. Alle 10 e alle 11, all’ingresso della sala teatro, il laboratorio permetterà ai bambini di realizzare il loro spirito guida animato.
Nel chiostro del Palazzo Centrale
Appuntamenti anche al chiostro del Palazzo Centrale dell’Università (anche per questi è richiesta la prenotazione online e un contributo di partecipazione di 3 euro). Floriana Manciagli e Federica Zappalà curano il laboratorio su “Piccole cose” (ore 10, 11 e 12), dove i bambini dai 4 anni in su realizzeranno un libro sensoriale fatto di materiali diversi e forme particolari in ricordo dei loro cari. “Cunti picciriddi”, a cura di Avventure Sonore, è invece il laboratorio di favole e musica dedicato al maestro Andrea Camilleri, recentemente scomparso. Libò, libreria dei ragazzi e degli errori, organizza infine letture per tutti nel chiostro, della durata di un’ora (e la partecipazione è libera).
Gli altri appuntamenti
Cartoncini, forbici, colla e colori saranno i materiali necessari per creare e decorare l’albero dei ricordi del laboratorio a cura di GiNiMaGi (in via Mancini 14, alle spalle di Piazza Università). Per questo appuntamento è prevista la prenotazione online e un contributo di 3 euro. Ogni festa che si rispetti, infine, non può non strizzare l’occhio anche ai dolci e alla tavola. La tradizione catanese per la Festa dei Morti, in questo senso, vuole che le famiglie facciano incetta di “rame di Napoli”, il tradizionale biscotto al cioccolato tipico di questa ricorrenza. Così la Pasticceria Prestipino organizzerà una degustazione gratuita.

Pubblicato il 29 ottobre 2019 su ALL NEWS. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: